Come una Crostatina

La Crostatina , forse la merenda più apprezzata di tutti , negli anni ’90.

In questo dessert , della Crostatina classica, è rimasto solo il corpo cavo di pasta frolla.

• frolla alle mandorle 

• composta di pesche e santoreggia 

• biscuit alle mandorle e olio Evo 

• ganache montata al cioccolato Ivoire e Grue 

• Chips di pesca 

• croccante di caramello

• lamponi

• salsa di pesca

Annunci

Mela, albicocca, pistacchi e ricotta 

Un dessert che gioca con la frutta.

•mela caramellata

• albicocche al timo limone

• crumble di pistacchio

• pistacchi verdi salati

• gelato di ricotta e miele di timo

Come un risotto

•riso al cioccolato bianco e maraschino

•crumble di cacao amaro e sale

• CILIEGE cotte a freddo e ruta

• cialda di riso soffiato al cioccolato fondente

L’idea di questo piatto è nata dalla presentazione ispirandomi ad un risotto salato vero e proprio. In effetti la preparazione di riso è una mousse al cioccolato bianco e riso al latte , che al momento del servizio viene mantecato con il maraschino, facendo sciogliere la mousse e la fa diventare lucida e cremosa , con la consistenza di un risotto.

TARTE TATIN di pesca nettarina, mandorle salate e gelato alla camomilla

La prima volta che ho fatto la TARTE TATIN di pesche è stato due anni fa.

Me ne sono innamorato.

La pesca viene cotta una soluzione dolce acida, senza burro (come la preparazione classica) successivamente avvengono due cotture in forno, con un piccolo intervallo a -30*C.

Mandorle cotte in acqua salata e poi tostate in forno.

Il gelato alla camomilla per me vuol dire RILASSARSI, sia per il gusto della camomilla e naturalmente per i suoi principi, ma anche ad andare per i campi a raccoglierla.

Pane con orzo tostato e orzo candito

Un pane particolare al gusto, molto persistente anche nei profumi.

Un pane che si sposa molto bene con i sapori forti.

Ho voluto aggiungere una consistenza in più, anche nel pane, con dell’orzo candito.

L’orzo tostato è un prodotto di Claudio Grossi , un orzo che viene accarezzato delicatamente da aria calda, quindi una tostatura molto delicata.

Pesca, grani di lamponi, mascarpone e finta meringa di pesche 

La stagione estiva è sempre magica per la mia pasticceria.

Ti permette di lavorare con frutta buonissima che bisogna toccare il meno possibile.

Questo dessert è composto:

• frullato di pesche mature ( con le bucce)

• grani di lamponi ( lamponi abbattuti e frantumati)

• chantilly al mascarpone 

• croccante di mandorle

• finta meringa di pesche (frullato di pesche montato e poi disidratato

Alla frutta non è stato aggiunto ne zucchero e ne altri ingredienti che possano alterare il gusto o il grado zuccherino naturale.

Focaccia con Pancetta e rosmarino

Un classico che non smetteresti mai di mangiare ad un ottimo e rustico aperitivo.

Si tratta di un impasto al 50 % semola 50% grano dei miracoli (antica varietà con poco glutine ma molto proteica)

La pancetta asciugata è contenuta anche all’interno dell’impasto.

Italiano: caffè, nocciola e anice

Un piccolissimo boccone dolce di gusto tutto italiano.

Caffè, nocciola e anice mi collega a tanti ricordi: caffè corretto con l’anice, la nocciola dei nostri Gianduiotti…

Un pezzo di piccola pasticceria che si sposa molto bene con un caffè o un digestivo di fine pasto.

Miele, Pompelmo rosa e Pepe del Nepal

Il contrasto di una dolcezza Naturale con l’Amaro e lo Speziato

• mousse leggera al miele d’acacia 

• composta di pompelmo rosa al fruttosio

• buccia di a pompelmo rosa candita

• granita di Pompelmo rosa

• polvere di olio Extravergine e miele

• cioccolato bianco

• pepe del Nepal grattato al momento

• biscuit al miele

Consistenze Acide

Dessert di primavera che gioca su varie sfumature dell’acidità della frutta e dei fiori date anche dalle consistenze di ogni preparazione

•spugna di lamponi

• lamponi freschi

•perle di lamponi ghiacciati

• salsa di Cassis 

• sorbetto ai fiori d’ibisco

• finta meringa di fragole

• gelatina di rabarbaro

• brodo di rabarbaro

• petali di rose candite

Sfoglia: lavori in corso !!!

Continua il mio studio e sperimentazione sulla Pasta sfoglia.

Nasce tutto da un sogno, quando all’età di 17 anni , vidi una Sfoglia di Alain Passard.

Adesso posso dire che ci siamo ed è sempre un piacere ispirarsi ad un grande Maestro.

   
Il taglio

 
Cottura intera

“AciDolcezza”

Una torta dove s’incontrano tre ingredienti acidi:

•fragole 

•rabarbaro

• limone verde

Un Entremet composto da:

•biscotto morbido cioccolato bianco e limone verde

• mousse di fragole

• cremoso di fragole e rabarbaro con fragole fresche 

• crumble al limone verde e zucchero di canna

• glassa lucida al rabarbaro 

  

CACHI, MARRONS GLACÉS E MASCARPONE

CACHI, MARRONS GLACÉS E MASCARPONE
È uno di quei dolci che mangerei tutti i giorni, anche due volte al giorno.

Leggero, fresco, autunnale.

Partiamo dal presupposto che vado matto per i cachi. 
Li considero “perfetti” così come sono: basta levargli la buccia, in alcuni casi i semi e il gioco è fatto!
“Spappolando” i cachi si ottiene una salsa perfetta in consistenza e gusto… E cosi ho fatto per questa ricetta. 
Il frutto “perfetto” è poi accompagnato da una spugna e da una lingua di gatto, entrambe realizzate utilizzando della farina di castagne.

  A completare il dessert è la golosità della chantilly di mascarpone e dei pezzetti di Marrons Glacés. 

P.s. Ah, dimenticavo! Il dessert è totally gluten free!

  

Auguri di Buon Natale

Il Natale è felicità.

I Pasticceri con le loro creazioni, distribuiscono felicità.

La pasticceria italiana è ricca di tradizione dolciaria e soprattutto negli ultimi anni spicca tra tutti il prodotto simbolo della pasticceria italiana invidiato in tutto il mondo: il PANETTONE

TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE  A TUTTI 

 

SOLE : cioccolato Bianco, Limone e Fava Tonka

Qualche anno fa, nacque questa torta moderna per un cliente che mi lasciò carta bianca sulla scelta.

Decisi di partire con una Bavarese al Cioccolato Ivoire profumata al Limone.

Il giorno che iniziai a fare la torta, avevo fatto anche una ganache montata alla Nocciola e Fava Tonka.

Finito di montare la Bavarese, passai all’assaggio , prima di colarla nell’anello.

Il mio cervello collegò subito la Bavarese al profumo della Fava Tonka che aggiungendola alla montata, grattugiandola alla fine, mi accorsi di aver trovato il giusto equilibrio al mio dolce, un equilibrio di profumi che mi restò in mente per mesi.

Così nacque SOLE: Cioccolato Ivoire, Limone e Fava Tonka.

•biscuit morbido mandorla e olio EVO

•frolla al cioccolato bianco e moscovado 

•Bavarese al cioccolato bianco, limone e Fava Tonka 

•Glassa al cioccolato bianco e limone

SOLE è il classico esempio di come nascono accostamenti con il PALATO MENTALE delle persone. 

 

PANETTONE CLASSICO

   
     
Come da mia tradizione, si parte sempre con un Panettone Classico la stagione Natalizia.Un Panettone confezionato con ingredienti del tutto naturali
•farina di Grani Antichi

•lievito madre

•burro di vacche rosse Reggiane

•uvetta

•arancia candita

•bacche di vaniglia Bourbon

•pasta aromatica (un mix di aromi naturali preparato da me in Laboratorio)

•miele d’acacia
Buon Panettone a tutti!!!

Gruppo PASS: Passione, Alchimia, Sogno e Scienza

  
Da pochissimi mesi è nato questo neonato gruppo di amici, colleghi e appassionati.Siamo 12 pasticceri da ristorazione o pastry Chef , tutti con lo stesso obbiettivo.

Vogliamo valorizzare la pasticceria da ristorazione, il dessert al piatto.

Purtroppo in Italia non se ne parla ancora tanto come in altri Paesi, ma la figura del Pastry Chef comincia ad assumere una figura ben definita anche nella ristorazione italiana.

Siamo in pochi, siamo solo 12 ma, con tanta tanta voglia di fare e di metterci in gioco.

Qui vi presento i miei compagni in questa bella e lunga avventura, perché mi piace definirla AVVENTURA.

Daniele Bonzi

Beppe Allegretta 

Antonino Maresca

Giuseppe Amato 

Loretta Fanella

Galileo Reposo

Fabrizio Fiorani

Ilaria Ferrè

Domenico Di Clemente

Mario Peqini

Luca Lacalamita

Il nostro obbiettivo comune è valorizzare e far conoscere la pasticceria da ristorazione e rivalutare la figura del Pastry Chef.
Secondo una mia personale visione ed esperienza, Chef e Pastry Chef devono camminare lungo il loro percorso a pari passo.